Un fiume scorre in te, di Yiruma

" Tutti ci sentiamo in qualche modo incompleti, tutti realizziamo una parte di noi stessi e non l'altra "  (I. Calvino,  Lezioni Americane, da una intervista agli studenti).

Nel "Il Visconte Dimezzato", I. Calvino fa dire a Medardo, la metà buona del suo personaggio:  "O Pamela, questo è il bene dell'essere dimezzato: il capire d' ogni persona e cosa al mondo la pena che ognuno e ognuna ha per la propria incompletezza.Io ero intero e non capivo, e mi muovevo sordo e incomunicabile tra i dolori e le ferite seminati dovunque, là dove meno da intero uno osa credere. Non io solo, Pamela, sono un essere spaccato e divelto, ma tu pure e tutti. Ecco ora io ho una fraternità che prima, da intero, non conoscevo: quella con tutte le mutilazioni e le mancanze del mondo. Se verrai con me, Pamela, imparerai a soffrire dei mali di ciascuno e a curare i tuoi curando i loro. ("Il visconte dimezzato",  I.  Calvino)

 Calvino fa dire a Medardo: il capire d' ogni persona e cosa al mondo...,  riferendosi quindi non solo alle persone, ma anche alle cose, come  una ruota e il suo mozzo in meccanica,  le cariche positive e negative in elettricità, e gli enantiomeri chimici  nel mondo inanimato; ed ancora,  nel mondo vivente,  il  gamete maschile e quello  femminile,  un giovane innamorato in cerca della sua anima gemella, e così via. Una intuizione ed una visione globali, quelle di Calvino.

" Io non avevo visto nulla. Ero nascosto nel bosco a raccontarmi storie. Lo seppi troppo tardi e presi a correre verso la marina, gridando: - Dottore! Dottor Trelawney! Mi prenda con se! Non può lasciarmi quì, dottore! Ma già le navi stavano scomparendo all' orizzonte ed io rimasi qui, in questo nostro mondo pieno di responsabilità e di fuochi fatui. " ("Il visconte dimezzato",  I.  Calvino)

Nella sua ' Nota 1960 ', in chiusura,  Italo Calvino dice: " Ho voluto farne una  trilogia d' esperienze sul come realizzarsi esseri umani: nel Cavaliere inesistente la conquista dell' essere, nel Visconte dimezzato l' aspirazione ad una completezza al di là delle mutilazioni imposte dalla società, nel Barone rampante una via verso una completezza non individualistica da raggiungere attraverso la fedeltà ad una autodeterminazione individuale: tre gradi d' approccio alla libertà.  ... Vorrei che (ndr.  le tre storie ) potessero essere guardate come un albero genealogico degli antenati dell' uomo contemporaneo, in cui ogni volto cela qualche tratto delle persone che ci sono intorno, di voi, di me stesso.

Giugno 1960."

Dal "Barone rampante":

" Ogni tanto scrivendo m' interrompo e vado alla finestra. Il cielo è vuoto, e a noi vecchi d' Ombrosa, abituati a vivere sotto quelle verdi cupole, fa male agli occhi guardarlo. Si direbbe che gli alberi non hanno retto, dopo che mio fratello se n' è andato, o che gli uomini sono stati presi dalla furia della scure.

... Ombrosa non c' è più. Guardando il cielo sgombro, mi domando se davvero è esistita. Quel frastaglio di rami e  foglie,  biforcazioni, lobi, spiumii, minuto e senza fine, e il cielo solo a sprazzi irregolari e ritagli, forse c' era solo perché ci passasse mio fratello col suo leggero passo di codibugnolo, era un ricamo fatto sul nulla che assomiglia a questo filo d' inchiostro, come l' ho lasciato correre per  pagine e pagine, zeppo di cancellature, di rimandi, di sgorbi nervosi, di macchie, di lacune, che a momenti si sgrana in grossi acini chiari, a momenti si infittisce in semi minuscoli come semi puntiformi, ora si ritorce su se stesso, ora si biforca, ora collega grumi di frasi con contorni di foglie e di nuvole, poi s' intoppa, e poi ripiglia ad attorcigliarsi, e corre corre e si sdipana e avvolge un ultimo grappolo insensato di parole idee sogni ed è finito. "  ("Il barone rampante",  I.  Calvino) 

n.d.a. In questa pagina, ho provato a creare dei semplici accostamenti Musica-Narrativa-Immagini in base ad una suggestione personale. Il lettore esigente può approfondire la tematica del grande scrittore leggendo Approfondimenti su Italo Calvino.

Zeferino Siani

Sabato 30 Ottobre 2010 13:03 Zeferino Siani

 

 

 

Pin It
e-max.it: your social media marketing partner

Stampa Email